La vicenda di un imprenditore edile che vuole investire 25 milioni ad Agira, in provincia di Enna. L’indotto sarebbe importante per un paese così piccolo: nuove strade e 100 posti di lavoro. Eppure da sei anni attende il via libera della soprintendenza al progetto di riapertura della cava che si troverebbe in un’area di interesse archeologico. Il commento dallo studio di Pietrangelo Buttafuoco, nativo della zona
Quando la burocrazia blocca lo sviluppo: ad Agira, Enna

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*